storia dell'Istituto

Annuario Giordani

 

 


F. Giordani Caserta - Storia dell'Istituto

L'Istituto iniziò la sua attività il 1° ottobre 1961 utilizzando i locali di palazzo Catemario, nei pressi di piazza Marconi e fu intitolato a Francesco Giordani, già titolare della cattedra di Chimica all'Università di Napoli.
L'anno seguente furono utilizzati i locali di Villa Rosa, sull'Appia, ove fu istituito il primo laboratorio tecnologico, con attrezzature all'avanguardia, tant'è che i professori dell'Università di Napoli, come il prof. Cittadini, se ne servivano per eseguire prove sui materiali.
L'Istituto intanto cresceva e furono utilizzati alcuni locali del Liceo Scientifico "A. Diaz" per collocare i reparti di Macchine utensili, Saldature ed Aggiustaggio. Inoltre veniva aperta una sede staccata a Carinola.
L'Istituto industriale, sorto per formare Periti Meccanici, nel 1966 ampliò l'offerta formativa inaugurando la specializzazione per Elettrotecnici. A Villa Rosa fu allestita una Sala Macchine Elettriche e un laboratorio di Misure Elettriche. Furono utilizzati il Palazzo Vescovile, sul Corso Trieste, e il Palazzo Landolfi in Corso Giannone, per installare i Laboratori di Macchine Idrauliche e quelli di Aggiustaggio. Nel contempo si lasciava Villa Rosa, ormai fatiscente, e nuovi locali furono presi in locazione in via Ricciardelli e in via Tevere. Poi gli edifici dell'ex ACI divennero la sede principale dell'Istituto. In questi anni sedi staccate erano: Carinola, Marcianise, Capriati al Volturno, Alife, Piedimonte e Capua e fu istituito anche un corso serale.
Dal 1973 al 1985, l'Istituto aprì la specializzazione di Elettronica. Si chiuse l'esperienza del corso serale e, finalmente, venne assegnata la nuova sede di via Laviano, progettata nel 1962. A questo punto l'Istituto si aprì all'interesse delle nuove tecnologie con l'Istituzione della specializzazione di Informatica.
Negli anni dal 1985 al 1996 fu istituita la specializzazione di Chimica Industriale e fu portata a termine un'altra ala dell'Istituto di via Laviano. Si ebbe, finalmente, la tanto sospirata unificazione di tutte le aule nella sola sede di via Laviano.
E' stato, poi, completato un nuovo edificio destinato agli uffici. Inoltre, nell'anno scolastico 2001-2002 è iniziata la sperimentazione di classi di Liceo Scientifico Tecnologico e Liceo Scientifico Tecnico-Ambientale. Nell'anno scolastico 2002-2003 l'offerta formativa si è arricchita con le specializzazioni di Costruzioni Aeronautiche e Tecnologie Alimentari.
Nell'anno scolastico 2010-2011 è stata attivata la riforma "Gelmini" che entrerà in pieno regime per l'anno scolastico 2014-2015.
A seguito della suddetta riforma sono stati attivati i seguenti indirizzi di studio:
Chimica, materiali e biotecnologie;
Elettronica ed Elettrotecnica;
Informatica e Telecomunicazioni;
Meccanica e Meccatronica;
Trasporti e logistica;
Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate.
Nell'anno scolastico 2012-2013, contrassegnato dalla nomina del nuovo dirigente scolastico, prof. Antonella Serpico, è iniziata la progettazione per la risistemazione dei locali, delle attrazzature didattiche e degli spazi esterni, sul modello dei college inglesi.
(fonte: "Quarant'anni di vita tra memoria e testimonianze" testo stampato nel 2002 in occasione della celebrazione del quarantennale della fondazione dell'Istituto Tecnico Industriale "Francesco Giordani" di Caserta)